Netbook nel 2020

Samsung N150

Chi si ricorda i Netbook?

Asus EEEPC 701

Tanto in voga verso la fine degli anni duemila, sono spariti velocemente dal mercato.Si trattava di portatili dalle dimensioni ridottissime, poca potenza, e basso costo.Montavano processori Intel Atom o AMD A50 con ram massima di 2Gb. I primi modelli furono proposti da asus con display da 7″ e linux come sistema operativo.

Il mercato rispose molto bene e nel giro di poco anche altri produttori, tra i quali Acer e Samsung, proposero le loro soluzioni netbook con monitor che arrivavano fino a 10.1″, hard disk che aumentavano la capienza e moduli sim integrati per rendere i piccoli netbook indipendenti anche sul piano della connessione ad internet.

Furono soppiantati dai tablet, ma la loro fortuna era destinata a durare poco con un mercato che si era velocemente saturato e soprattutto con il poco margine dei produttori che preferirono spingere notebook e i neonati tablet appunto.

Oggi si possono trovare facilmente in asta su eBay a prezzi intorno ai 40/60 euro.

Con una distribuzione linux leggera possono tornare utili per la videoscrittura, navigazione ed email.

Il modello che ho tra le mani, e di cui ti voglio parlare, è un Samsung N150, con processore Atom da 1,66Ghz, 1Gb di ram (portati da me a 2Gb) e disco fisso da 160Gb sostituibile con un normale ssd. Ha tre porte usb, ethernet, jack per cuffie e per microfono, lettore di schede sd, uscita vga e display da 10.1″

Con una distribuzione Linux come LXDE o Lubuntu è perfetto per essere portato in borsa e maltrattato durante la giornata, sempre pronto per scrivere o leggere una mail. Gli anni si fanno sentire ovviamente, e nonostante tutto non riesce ad essere troppo scattante, ma per un utilizzo semplice, come può essere la creazione di contenuti testuali, è ancora perfetto.

Un buon strumento software da abbinargli per la scrittura potrebbe essere Focuswrite ( a breve una recensione), un editor di testi distraction free disponibile per Windows, MacOs e naturalmente Linux.

La durata della batteria è più che ragionevole, e supera tranquillamente le tre ore di uso, equamente suddiviso tra scrittura e navigazione.

Per chi ha bisogno di un oggetto simile e vuole spendere una sciocchezza il netbook è una scelta molto furba.

Ecco una piccola ricerca su ebay: https://tinyurl.com/y8altpbo

L’alternativa potrebbe essere un tablet di fascia economica come l’ottimo kindle fire che rimane una validissima alternativa, ma che costa di più offrendo, bisogna dirlo, molto di più. Gli va abbinata poi una tastiera e quindi il prezzo si alza ulteriormente.

Si potrebbe pensare ad un notebook nuovo di fascia economica come il Chuwi HeroBook Pro, buon computer dal prezzo veramente basso e dalle prestazoini soddisfacenti, ma anche qui si parla di un’altra fascia di prezzo, dato che siamo intorno ai 299 euro.

 

 

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *